Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it

Studio Tecnico Gottardi


Vai ai contenuti

D.M. 37 2008


D.M. 37/08


Il 27 marzo scorso è uscito il Decreto Ministeriale n°37 "Regolamento concernente l'attuazione dell'art. 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) della Legge n° 248 del 2 dicembre 2007, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici".
Tale decreto emana alcune novità rispetto alla ormai abrogata Legge 46/90 e del suo regolamento di attuazione.
Le novità più importanti sono:
1) Per avere l'allacciamento ad energia, gas o acqua bisogna consegnare copia della dichiarazione di conformità degli impianti, per gli impianti nuovi, o la dichiarazione di rispondenza, per impianti esistenti e messi in opera in data antecedente all'aentrata in vigore del decreto stesso, privi di dichiarazione di conformità;
2) Per avere il certificato di agibilità di un immobile si deve consegnare sia la dichiarazione di conformità sia il certificato di collaudo degli impianti installati;
3) Si deve allegare ad ogni atto di trasferimento dell'immobile la dichiarazione di conformità degli impianti, per gli impianti nuovi, o la dichiarazione di rispondenza, per impianti esistenti privi di dichiarazione di conformità;
4) L'introduzione della dichiarazione di rispondenza, ovvero una relazione fatta da un professionista iscritto all'albo professione per le specifiche competenze tecniche che abbia esercitato la professione per almeno 5 anni nel settore impiantistico a cui si riferisce la dichiarazione, o da un soggetto che ricopra, da almeno 5 anni, il ruolo di responsabile tecnico di un'impresa abilitata operante nel settore impiantistico a cui si riferisce la dichiarazione nel caso di impianti non soggetti ad obbligo di progetto;
5) Aver modificato i limiti ove esista l'obbligo di progetto, in particolare per quanto riguarda gli impianti elettrici (art. 1 comma 2 lettera a):
- tutte le utenze condominiali e per utenze domestiche di singole unità abitative aventi potenza impegnata superiore a 6 kw o per utenze domestiche di singole unità abitative di superficie superiore a 400 metri quadri;
- immobili adibiti ad attività produttive, al commercio, al terziario e ad altri usi, quando le utenze hanno potenza impegnata superiore a 6 kw o qualora la superficie sia superiore a 200 metri quadri.
Una delle novità di questo decreto è la "Dichiarazione di rispondenza", tale dichiarazione fatta da un professionista, che deve avere un'esperienza minima di 5 anni nel settore in cui si deve effettuare tale dichiarazione, serve per ogni nuovo contratto ad un servizio (energia, acqua, gas) o per un trasferimento di proprietà dell'immobile per tutti gli impianti antecendenti al Marzo 1990 e per tutti quegli impianti fatti a partire dal Marzo 1990 e non successivi all'entrata in vigore del Deceto Ministeriale n° 37/2008 sprovvisti di dichiarazione di conformità.

Lo studio che opera nell'impiantistica elettrica ed illuminotecnica da otto anni svolge tra le sue attività la verifica visiva e strumentale degli impianti elettrci esistenti al fine di poter dare al cliente la Dichiarazione di rispondenza e nel caso gli impianti non fosserro rispondenti alle prescrizioni minime della normativa esistente dare anche una stima tecnica ed economica degli interventi da effettuare.

Home Page | Presentazione | Ultime novità | D.M. 37 2008 | D.LGS. 81-08 e s.m.i. (Ex L. 626 sucirezza sul lavoro) | Locali ad uso medico e dentistico | Curriculum ufficio | Curriculum lavori | Contatti | Links lavoro | Links vari | Prevenzione incendi | Corsi e Figure esterne 81/08 | Partner commerciali | Collaborazioni professionali | Es. Lavori eseguiti (progetti, doc. fotografica, ecc.) | privacy-e-termini-di-servizio | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu